Creme spalmabili a confronto: Nutella e Crema di Nocciole 800

Apriamo, con questo articolo, la rubrica dedicata ai confronti “autentici”.

Ma, cosa sono i confronti autentici?

Sono analisi comparate di due prodotti che possono sembrare simili in quanto appartengono alla stessa “famiglia” e/o vengono consumati nello stesso modo e nelle medesime circostanze, ma di fatto sono profondamente diversi per gli ingredienti utilizzati (origine e quantità) e/o per i sistemi di produzione/coltivazione/allevamento.

Quindi, partendo da alimenti\bevande a tutti conosciuti, effettueremo confronti tra prodotti di largo consumo ed i loro analoghi che noi di Abcibario abbiamo selezionato come l’equivalente in “ versione autentico” .  

Quale è l’obiettivo?

E’ quello di informare ed educare il lettore affinché le sue scelte alimentari siano maggiormente consapevoli.

Il primo confronto, quello che trattiamo oggi, è dedicato ad uno dei prodotti più amati nel mondo, la Nutella, che confrontiamo con una crema di nocciole, in questo caso la Crema di Nocciole 800 di Giordano Riccardo, che abbiamo scelto per aiutarvi a comprendere meglio quali sono gli ingredienti da osservare in questa tipologia di acquisti.

Quando ci avviciniamo ad una crema spalmabile, è importante, come prima cosa, verificare il contenuto del gusto prevalente della stessa (in questo caso la nocciola), quello di zucchero, di latte e di cacao, nonché la presenza di eventuali additivi/emulsionanti.

Ma, vediamo subito i contenuti degli ingredienti caratterizzanti i prodotti leggibili nelle rispettive etichette (i valori si riferiscono a 100 gr dei rispettivi prodotti):

Dalla analisi comparativa dei due prodotti, emerge con evidenza, che le due creme si discostino molto per il contenuto di nocciole, che sono l’elemento caratterizzante le creme spalmabili Gianduja (nocciole e cacao).

La Nutella ha un basso contenuto di nocciole (13%) mentre la crema di nocciole 800 ne contiene ben il 55%.  Questa differenza, ci porta immediatamente ad osservare la presenza di un ingrediente indesiderato presente in quantità massiccia nella Nutella, che permette di sopperire alla mancanza di nocciole e di conseguenza  ai “grassi buoni” che esse forniscono, l’olio di palma!

Si tratta di un grasso, reperibile sul mercato, a basso costo per le aziende, che tuttavia non ha un buon profilo dal punto di vista nutrizionale essendo ricco di grassi saturi, specialmente se viene abbinato ad ingredienti come lo zucchero; anzi possiamo tranquillamente affermare che grassi saturi e zucchero è tra le combinazioni più nocive per l’essere umano.

La Nutella contiene circa il 30% di olio di palma sul totale prodotto, una quantità davvero elevata!

Le nocciole, al contrario, sono ricche di grassi insaturi, non saturi. E sono ricche di fibre e proteine che apportano benefici su più fronti alle nostre cellule.

Continuando l’analisi comparativa dei due prodotti, emerge inoltre che le due creme si discostino molto anche per il contenuto di zucchero – circa il doppio nella Nutella, con ben 56 grammi di zucchero su 100g di prodotto, anziché 30 grammi nella crema di nocciole 800.

Anche i contenuti di sale sono doppi nella Nutella rispetto a quelli della Crema di Nocciole 800.

Ci sono inoltre due ingredienti che sono comuni alle 2 creme e perfettamente coerenti con la preparazione di una crema spalmabile al cacao: stiamo parlando del latte in polvere e del cacao in polvere. I quantitativi impiegati nei 2 prodotti che abbiamo comparato sono idonei.

Infine ma non ultimi per importanza gli emulsionanti, completamenti assenti nella Crema di Nocciole 800 e presenti invece su Nutella in cui sono aggiunti la vanillina e la lecitina di soia.

Ma cosa sono?

La vanillina è un aroma artificiale di vaniglia, sintetizzato in laboratorio, da non confondere con l’aroma naturale di vaniglia (anch’esso da laboratorio ma a partire da sostanze naturali) o con l’estratto di vaniglia in polvere (estratto dalla bacca di vaniglia).

La lecitina di soia è usata come additivo nella Nutella. Serve ad emulsionare e a far legare meglio tra loro i vari ingredienti della crema.

La Crema di Nocciole 800 non necessita di questo tipo di additivo in quanto la struttura legante è già ottima grazie all’elevato contenuto di nocciole e dei loro “grassi buoni”. La lecitina di per sé non è una sostanza nociva, essendo perfettamente naturale ed essendo contenuta in vari alimenti come ad esempio il tuorlo d’uovo. Ma, quando viene impiegata come additivo, nei prodotti, può costituire un elemento peggiorativo in quanto, spesso, viene estratta dalla soia OGM, ovvero geneticamente modificata, che non è considerata, secondo la maggior parte degli studiosi, una coltivazione particolarmente benefica per la nostra salute.

Leggendo, come di seguito illustrato i valori nutrizionali dei due prodotti, si comprende bene come, al di là della differenza, seppur lieve, delle kcal presenti nei due alimenti sia la qualità dei componenti, da cui le kcal originano, a renderle sostanzialmente diverse.

Riepilogando:

quando scegliamo una crema spalmabile, se desideriamo il gusto “autentico” e vogliamo scegliere il prodotto meno dannoso per la nostra salute devono coesistere le seguenti caratteristiche:

  • elevata presenza del prodotto che dà il gusto alla stessa (superiore al 50%);
  • minor presenza di zucchero e sale;
  • assenza di emulsionanti ed aromi.

Nel caso che trattiamo meritano spazio due considerazioni relative al “gusto” ed al piacere “degustativo” da una parte, ed alla tutela dell’ambiente connessa ai consumi alimentari, dall’altra:

  1. la Crema di Nocciole 800 di Riccardo Giordano dichiara la provenienza delle nocciole impiegate: si tratta della Nocciola Piemontese I.G.P. che è considerata la più buona al mondo! E’ un prodotto marchiato I.G.P. per cui valgono le considerazioni riportate nell’articolo dedicato, mentre la Nutella non la dichiara; 
  2. La produzione dell’olio di palma comporta seri problemi di sostenibilità ambientale; intere foreste in Indonesia e Malesia, sono state aggredite, negli ultimi decenni, da azioni di disboscamento e deforestazione per favorire le piantagioni della palma da cui estrarre il non benefico olio.

Quando si dice:

“ Mangiare autentico e scegliere con consapevolezza fa bene alla tua salute, al tuo palato, ed a quella del nostro Pianeta”!

Spero di averti dato informazioni nuove e utili e ti chiedo di supportarci sia segnalandoci argomenti di interesse che diffondendo e condividendo con i tuoi amici i nostri contenuti sempre che tu li ritenga utili in tema di educazione alimentare.

Un caro saluto ed appuntamento al ……….. prossimo “confronto autentico”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *