C’è una nuova banca dati che rileva gli interferenti endocrini

In questo articolo vogliamo trattare un argomento diverso da quelli usuali ma sempre collegato alla salute e benessere della persona e dell’ambiente.

Non parliamo in questo caso di ciò che mangiamo, beviamo o respiriamo, il focus è su alcune sostanze che possono essere presenti nei contenitori per il cibo, nei cosmetici, farmaci e anche nei giocattoli e che sono dannose per il benessere della persona.

Le sostanze di cui trattiamo sono classificate come “interferenti endocrini” cioè sostanze che in qualche modo alternano la produzione naturale degli ormoni da parte del corpo umano.

L’articolo pubblicato su Grat Italian Food Trade , che qui condividiamo, rileva la scarsa attenzione che l’Unione Europea ha riservato a queste sostanze.